Italiano Francese

Associazione A.R.B.I. - Benvenuto

Association des Ressortissants de Beguedo en Italie

POLO SANITARIO “CENTRE MEDICAL“ A BEGUEDO

BURKINA FASO

LOCALIZZAZIONE DELL'INTERVENTO

Città di BEGUEDO - Burkina Faso

Enti che collaborano alla realizzazione del progetto:
 
Storia e operato dell'associazione
CONTESTO DI RIFERIMENTO

Le strutture sanitarie in Burkina Faso consistono sostanzialmente nei Centri di Sanità e negli ospedali.

Stante il limitatissimo numero, i medici sono presenti esclusivamente negli ospedali e le funzioni svolte dai Centri di Sanità sono condotte da personale infermieristico (visita, inquadramento diagnostico preliminare, prescrizione e somministrazione di farmaci, ricovero e gestione dei pazienti con problematiche di bassa complessità).

Le condizioni igieniche sono carenti praticamente ovunque, e di conseguenza sono numerose le malattie endemiche come malaria, epatite, colera, tifo, tubercolosi, tetano e morbillo ma, soprattutto, meningite. La situazione sanitaria del paese Burkina Faso affligge gravemente la maternità e la puericultura: i dati del rapporto WHO del 2010 riportano come un bambino su 5 (il 20%) non superi il 5° anno di vita, dato sensibilmente più alto della media del resto del continente. Ogni anno molte madri muoiono per complicazioni legate alla gravidanza e al parto. La maggior parte di queste morti potrebbe essere evitata se si potesse raggiungere rapidamente e facilmente le strutture mediche in grado di curarle; purtroppo le strade che collegano i vari villaggi sono piste poco agevoli e spesso impraticabili, almeno durante la stagione delle piogge. Perciò molte donne incinte non possono avere in tempo le cure mediche di cui necessitano e le gravidanze finiscono troppo spesso in tragedia.

Nonostante le campagne di sensibilizzazione delle associazioni per i diritti umani e una legislazione severa sul tema, il fenomeno tradizionale dell'infibulazione è molto diffuso. Circa il 70% delle ragazze e delle donne del Burkina Faso subisce mutilazioni genitali.

Appare dunque evidente il ruolo significativo che può essere svolto dalle politiche di solidarietà e sostegno. In molte situazioni l’intervento solidale si configura infatti come strumento indispensabile e l’aspetto formativo, in particolare, risulta privilegiato per le prospettive di autosviluppo che può assicurare.

L’ARBI, acronimo di Associazione degli emigrati in Italia di Beguedo - Association del Ressortissants en Italie, nasce nel 1989, ed è riconosciuta dalla Regione Lombardia con DGR N° VII/2104 del 15/04/2006. In questi anni ha contribuito alla realizzazione di numerosi interventi a Beguedo, che dista 120 Km dalla capitale Ouagadougou, è abitata da circa 20.000 persone ed è centrale rispetto ai potenziali utenti/abitanti: circa 80.000. Gli interventi si sono concretizzati (fino al 2006) nella realizzazione di scuole, della prefettura, di pozzi, nell’invio di ambulanze, ecc… Nel 2006, in collaborazione con alcuni volontari Valsabbini, nasce l’idea di costruire un polo sanitario a Beguedo, che al tempo era sprovvisto di un qualsiasi tipo di struttura sanitaria. Dall’idea ARBI inizia a promuovere l’iniziativa con una raccolta fondi presso gli aderenti all’associazione e nel 2009 iniziano i lavori che si dividono in due fasi, la prima fase vede terminata circa la metà dei locali a inizio 2012, la seconda fase vedrà terminare i lavori nel novembre 2013. Il corpo di fabbrica progettato e poi successivamente costruito consta di capriate di metallo realizzate in Italia e poi inviate, ed ha una superficie di 700 mq, il un costo finale è risultato essere di € 200.000,00 €

Cosa ha fatto A.R.B.I.?

Il contributo di A.R.B.I. nel Burkina Faso non e' qualcosa di astratto e lo dimostrano tutti gli aiuti reali e concreti inviati.

1991 1993
1999 2003
Anno 2006

Avviene l’incontro tra i residenti del Burkina Faso in Valsabbia, aderenti all’associazione ARBI, e i  volontari del luogo.

Collaborano inizialmente con ARBI per la realizzazione del progetto il capomastro Cocca Giovanni, il sig Tedoldi Tullio per i volontari di Villanuova. Inoltre i sigg Sora Caterina, Comolli Bruno e Celestina Pascutti, Penocchio Luigi, Ancellotti Celeste.

Si aggiungono successivamente: sig Girelli Enrico, Martelli Osvaldo, Pesci Agostino , Bonvicini Nicola, Maffei Tarcisio, Ragnoli Angelo, Bonfanti Ferdinando,Maiuri Antonio, Venturelli Fausto e Danieli Giacomina.

Il polo sanitario si colloca nel villaggio di Beguedo ( 20,000 abitanti ),a circa 150 km dalla capitale (OUAGADOUGOU) ed è centrale rispetto alla posizione degli abitanti che dovrebbero usufruirne, circa 80.000.

Nella struttura, che ha una superficie coperta di MQ 680 sono previste le seguenti attività sanitarie :

Il costo stimato per la realizzazione della struttura, spese di trasporto per invio materiali e attrezzature di base è di € 200.000,00.

I fondi sono raccolti tra i Nostri iscritti che lavorano in Italia.

Molte attrezzature sono state donate da privati ,ospedali ed organizzazioni umanitarie.

 

La realizzazione si è cosi sviluppata

 

1° fase

Invio di tre containers di materiali strutturali ,infissi pavimenti e di una squadra di 8 volontari. Nel dicembre 2008 si è completata la struttura metallica e durante l’anno 2009 il personale locale ha completato i tamponamenti e predisposto il necessario per gli i impianti elettrici e idraulici

1 11
2 ° fase
Novembre 2009

Si è effettuato un secondo invio di personale volontario per completare le finiture, la costruzione dei banconi di lavoro, la posa di pavimenti e infissi ecc.

3°fase
Dicembre 2010

Altra spedizione che si propone di rendere utilizzabile l’ospedale dunque, distribuzione delle apparecchiature, letti, scrivanie ecc... nei vari locali, messa in funzione del laboratorio ,del generatore , del potabilizzatore e l’individuazione di quanto mancante per la completa attività . L’instabilità dell’energia non permette la messa in funzione del laboratorio e di parte del potabilizzatore ma l’attività sanitaria (sala parto ) viene traslocata dai vecchi ai nuovi locali

4 9 15 16 20
4° fase
Novembre 2011

Grazie alla generosità di un privato valsabbino e a ulteriori fondi raccolti dall’ARBI si è provveduto all’invio di un container con il materiale necessario al completamento e, un gruppo di volontari ha provveduto alla posa della tettoia con funzione di attesa, alla distribuzione del materiale, alla verifica di tutte le apparecchiature e alla messa in funzione del laboratorio analisi con la contestuale formazione di un tecnico del luogo e completare l’installazione del potabilizzatore

Le attrezzature presenti sono :

inoltre ,sedie scrivanie carrelli ferri chirurgici ecc...

124 34 35
37 78 81
5° fase
Gennaio 2012

Apertura ufficiale

Il 6 gennaio inizia ufficialmente l’attività sanitaria con inaugurazione della struttura alla presenza del ministro della sanità e l’apertura dell’attività sanitaria da parte dell’equipe italiana presente (piccoli interventi chirurgici e gastroenterologia) .

I volontari presenti sono:

14 39 43
44 47 89

A seguito della conclusione della prima fase della realizzazione dell’immobile, in collaborazione con Medicus Mundi Attrezzature si è provveduto a reperire attrezzature e materiali per il funzionamento della struttura nella quale sono presenti i seguenti spazi operativi:


A seguito della visita del Ministro della Sanità e del suo staff, il polo sanitario “Centre Medical” di Beguedo, progettato come CPS (Centro di Promozione Sanitaria), è stato dichiarato CMS (Centro Medico Sanitario).

Questa nuova classificazione ha comportato l’arrivo di un medico, di personale infermieristico e ostetrico. Ciò ha reso urgente un ampliamento per rendere possibile la nuova tipologia di attività. L’ampliamento è iniziato nel 2012 e si prevede una completa conclusione a novembre 2013.

 

Attualmente l’ospedale impiega stabilmente personale medico e paramedico locale, più precisamente:
n. 1 medico,
n. 1 caposala
n. 3 ostetriche,
n. 4 infermieri.
n. 4 inf in tirocinio
n. 1 tecnico laboratorio
n. 3 addetti pulizie
PROGETTO DI AMPLIAMENTO
Anni 2013/2014

Progetto murario

Per completare la struttura e migliorare/ampliare il sevizio offerto è indispensabile procedere con un ampliamento mirato alla costruzione di un altro fabbricato in continuità con l’esistente di circa mq 200 da adibire a blocco operatorio e diagnostica, liberando contestualmente spazi per la degenza nell’attuale struttura.

Il costo di quanto sopra (realizzato sulla base di una struttura metallica costruita in Italia insieme all’acquisto di materiale elettrico ed idraulico da inviare in Burkina Faso con containers via nave ed utilizzando manodopera locale con l’acquisto in loco dei materiali edili) si attesta a € 300,00 /mq per un costo totale preventivabile in € 60.000,00. I costi della realizzazione sono a carico dell’associazione ARBI.

Completamento e miglioramento atrezzature presenti:
1) Laboratorio analisi

Mettere in condizione il laboratorio di garantire la funzionalità nel tempo con il raddoppio delle apparecchiature (centrifuga, microscopio, fotometro) e l’inserimento di apparecchiature per rendere possibile l’elettroforesi dell’emoglobina per diagnosticare le malattie emoglobiniche molto frequenti in Africa

2) Sale operatorie e sala parto

Acquisizione di un lettino operatorio, di un lettino da parto, poltrona oculistica e ventilatore polmonare

3) Strumentazione diagnostica per laboratorio

2 apparecchi ecografici usati e revisionati e un amplificatore di brillanza con doppio schermo per archivio immagini.

Consolidamento attività
Anni 2012/13

In questi anni si è provveduto all’invio di operatori per l’ampliamento strutturale e al consolidamento delle attività sanitarie attraverso l’invio di équipes di sanitari in 2 viaggi (gennaio – novembre) mirati a percorsi di miglioramento in sala parto e puerperio, chirurgia dei piccoli interventi, funzionamento del laboratorio analisi, prosecuzione dell’attività di endoscopia digestiva e inizio attività diagnostica ecografica .

2014

Con la realizzazione delle nuove opere murarie, si è integrata la dotazione del laboratorio e ha preso avvio l’attività del servizio ambulatoriale di odontoiatria, igiene e profilassi, con dentista locale.

GENNAIO 2015

L’equipe composta da 2 chirurghi, 1 ferrista, 1 medico gastroenterologo, 1 gastroenterologo locale, 1 infermiera, 1 ecografista e 2 tecnici, opera a Beguedo dal 10 al 24 gennaio.

In questo breve lasso di tempo sono stati effettuati 40 interventi chirurgici, 186 gastroscopie con prima formazione del medico responsabile della struttura, 160 ecografie con formazione personale locale specificatamente riferito alle ecografie ginecologiche (Gravidanza).

A febbraio 2015 a seguito della sottoscrizione di un protocollo tra ARBI e SMOM (Solidarietà Medico Odontoiatrica nel Mondo) presieduta dal dott. Pino La Corte ha preso avvio (con dentista locale già presente) una collaborazione triennale. L’associazione SMOM seguirà nel tempo l’attività e fornirà personale e i materiali necessari al mantenimento, al monitoraggio e al miglioramento dell’ attività imposta.

GENNAIO 2017
 
Contatti Ringraziamenti Privacy policy

Copyright © 2012-2019 ARBI All Rights Reserved

Created by Ponchiardi Samuel